HIPPONION ISO – STROKE NATIONAL PRIZE: “Mille voci di un’idea – I sottotipi dell’ictus”

 

HIPPONION ISO – STROKE NATIONAL PRIZE
Premio Nazionale per la ricerca sull’ictus cerebrale
Corso di aggiornamento ISO
Mille voci di un’idea – I sottotipi dell’ictus

L’Hipponion Stroke National Prize quest’anno cambia denominazione, viene infatti impreziosito dalla coparternship di ISO ( ITALIAN STROKE ORGANIZATION ). Come noto è un premio biennale, ormai giunto alla VII edizione, per la migliore ricerca scientifica originale nel campo dell’ictus cerebrale, condotta da giovani italiani. I lavori dovranno essere non pubblicati e/o in corso di pubblicazione solo se “submitted” con allegata dichiarazione dell’autore che alla data di invio del lavoro lo stesso non è ancora “accepted”.
Congiuntamente al Premio sarà realizzato un Congresso sull’ictus cerebrale, su aree correlate o su aggiornamenti in diversi ambiti neurologici di diffuso interesse neurologico prevedendo simposi, work- shop e relazioni di attualità e di interesse che abbiano un correlato culturale con le tematiche trattate.
Da quest’anno il valore aggiunto dello Stroke National Prize Hipponion – ISO sarà l’aver affidato questo premio ad ISO, quasi in un percorso circolare, a riconoscere reciprocamente primogenitura e futuro.
Dal 22 al 24 novembre 2019, a Vibo Valentia, come ormai da tradizione, si riuniranno molti tra i principali esperti sullo studio e della gestione di questa patologia. La “traccia” dalla quale partire è quella di rivisitare, alla luce delle attuali evidenze, i diversi sottotipi etiopatogenetici dello Stroke Ischemico e le relative caratterizzazioni con eventuali ulteriori interpretazioni fisiopatologiche.
La tematica che si affiancherà alla presentazione dei migliori lavori di ricerca inediti sull’ictus cerebrale avrà infatti per titolo “Millevoci di un’idea: i sottotipi dell’ictus cerebrale” e consentirà di discutere degli aspetti etiopatogenetici e terapeutici “classici”, delle necessità di affinare la diagnostica, di individualizzare sempre più la terapia.
Altre tematiche trattate saranno le Malattie Extrapiramidali, Degenerative, l’Epilessia post stroke, i nuovi fattori di rischio, la neuro infiammazione e la neuro degenerazione, la prevenzione dell’ictus cardioembolico o aterotrombotico con DAO ed Antiaggreganti, la Depressione poststroke, il Dolore, Difettualità Cognitiva e Demenza.
Una ulteriore attenzione sarà rivolta alla interventistica neuro vascolare.
Necessariamente si spazierà anche, chiarendole, su quelle incertezze diagnostiche cliniche e neuro-radiologiche che hanno ricadute ed implicazioni terapeutiche. Il territorio diagnostico neuroradiologico e clinico tra Sclerosi multipla e stroke minore o tra encefalopatia vascolare ed SM misconosciuta ed inveterata pone delle necessità di approfondimento che saranno oggetto di uno spazio dedicato. D’altra parte, le attuali proposte terapeutiche relative allo stesso stroke, all’angiopatia amiloide e ad un settore delle cefalee con l’introduzione nella disponibilità degli anticorpi monoclonali creano ambiti di vicinato culturale e di overlap neuroradiologico che vanno meglio definite. Particolare attenzione va dedicata agli aspetti misconosciuti e scotomizzati di patologie genetiche che talora sono espressione tardiva di un processo inveterato che, se precocemente identificato, può essere controvertito in termini di outcome. Si pensi ad esempio alla malattia di Pompe e/o di Fabry in fase giovanile ma anche più precoce e più tardiva. Il convegno correlato al premio si occuperà altresì di comorbilità neurologiche e non solo, complicanze (psico-comportamentali, epilettiche, cognitive, extrapiramidali, nutrizionali), dolore e meccanismi di neuroprotezione.
Tanto perché molti di questi aspetti che sono espressione di copatologie, secondarie, correlate o indipendentemente presenti ma condizionanti l’outcome ed il profilo clinico sono spesso marginalmente trattate nella congressistica generale.
E’ una ricorrenza che tradizionalmente ha visto una partecipazione numericamente e qualitativamente importante dei principali gruppi di ricerca nazionali, a dimostrazione della vivacità della ricerca italiana sull’ictus cerebrale.
Si provvederà ad accreditare l’evento per Medici specialisti e specialisti in formazione in Neurologia, Medicina Interna, Geriatria, Medicina d’Urgenza, Radiologia, Medicina Fisica e Riabilitazione. Psicologi, IIPP, Fisioterapisti.

Dr Franco Galati
Segretario Hipponion-ISO Stroke National Prize

Dr Domenico Consoli
Presidente Hipponion-ISO Stroke National Prize

 

Vibo Valentia, 22-24 novembre 2019

PROGRAMMA DELL'EVENTO

BANDO HIPPONION

Comments are closed.

© 2017 SNO - Società dei Neurologi Neurochirurghi e Neuroradiologi Ospedalieri