Comunicazione tecnico scientifica per l’accertamento degli stati invalidanti correlati alla sclerosi multipla

La presente Comunicazione tecnico scientifica, sviluppata da INPS congiuntamente
con AISM e la sua Fondazione FISM e con il patrocinio della SIN e
della SNO in aggiornamento della versione precedente del 2013 (recepita
tra l’altro nell’ambito dei Percorsi Diagnostico Terapeutico Assistenziali per
la sclerosi multipla emanati dalle regioni Veneto, Sicilia, Calabria ed Emilia
Romagna), si prefigge l’obiettivo di mettere a disposizione dei medici e operatori
presenti nelle Commissioni Medico Legali uno strumento operativo
che, pur nella snellezza e facilità di consultazione, consenta una appropriata
conoscenza delle problematiche rilevanti in materia di accertamento medico
legale della sclerosi multipla (SM) in modo da favorire l’omogeneizzazione e
adeguatezza dei criteri valutativi. Rispetto alla versione precedente questa
comunicazione contiene elementi rilevanti anche ai fini della valutazione
della disabilità a fini lavorativi ai sensi della L. 68/99.
La SM, infatti, è una patologia che per caratteristiche, varietà dei sintomi ed
andamento evolutivo viene a qualificarsi come patologia complessa condizionante
molteplici disabilità con notevoli implicazioni e difficoltà clinico
terapeutiche, con la conseguente necessità di considerare l’insieme dei
disturbi e menomazioni associati ai diversi quadri della patologia, spesso di
difficile valutazione quali la fatica ed il dolore neuropatico.
Pertanto, partendo dalle linee guida INPS per l’accertamento degli stati invalidanti
emanate dall’Istituto nel luglio 2012, con precipuo riguardo a quanto
ivi contenuto nella apposita sezione dedicata alla SM (cfr. pagg. 61-64 e pag.
71), con questa comunicazione vengono forniti riferimenti specifici e indicazioni
operative per la migliore ed uniforme valutazione di tale complesso
quadro nosografico per quanto riguarda l’invalidità civile, lo stato di handicap,
la disabilità a fini lavorativi.
L’obiettivo del documento è migliorare ulteriormente le modalità valutative
della disabilità nella SM partendo dai dati emersi dall’indagine AISM–CENSIS
2017 sulla condizione delle persone con disabilità, dalla quale risulta che
rispetto al totale dei rispondenti che hanno fatto richiesta di accertamento
dell’invalidità e/o stato di handicap ottenendo il relativo giudizio (85% del totale
del campione) il 78% ritiene che la valutazione sia stata adeguata rispetto
alla sua condizione – dato che per i giovani scende al 60% e arriva all’87%
per gli over 55. Il dato generale segna infatti un interessante miglioramento
rispetto alle evidenze precedenti, in cui 1 persona su 3 lamentava problemi
nell’accertamento dell’invalidità, a dimostrazione dell’efficacia dell’adozione
di uno strumento univoco quale la Comunicazione tecnico scientifica.

Allegati

File Descrizione Dim.
pdf AISM_INPS 2018 546 KB

Comments are closed.

© 2017 SNO - Società dei Neurologi Neurochirurghi e Neuroradiologi Ospedalieri